logo

Via Don E. Barattin, 27

32010 Chies d'Alpago (BL)

Codice fiscale 93044310253

info@caialpago.it

+39 349 7421635

Soccorso alpino
logo

Via Don E. Barattin, 27

32010 Chies d'Alpago (BL)

Codice fiscale 93044310253

info@caialpago.it

+39 346 9436546

Progetto GATE per un turismo inclusivo

Il Progetto europeo GATE – Granting Accessible Tourism for Everyone ha l’obiettivo di rendere il turismo sempre più inclusivo consentendo ad un numero crescente di persone di immergersi nella natura, al di là degli ostacoli ambientali, fisici e linguistici.
GATE si sviluppa nel territorio alpino e prealpino, un’area dall’immenso valore naturale, paesaggistico, geologico che in parte è anche riconosciuta come Patrimonio Mondiale UNESCO.
GATE è un progetto di Cooperazione Transfrontaliera finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020. Sono partner del progetto, la Fondazione Dolomiti UNESCO, la Cooperativa sociale Independent L., il Comune di Santorso, il CAI Alpago, l’Università di Innsbruck e Salzburg Research.

VISITA IL SITO

DURATA E TIPOLOGIA DEL PROGETTO

DURATA DEL PROGETTO           33 mesi – Inizio: 1° marzo 2018 Fine: 30 novembre 2020
                                                 Proroga approvata al 31 dicembre 2020
ASSE PRIORITARIO 2 – Natura e Cultura
OBIETTIVO TEMATICO 6 – Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse
OBIETTIVO SPECIFICO 4 – Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale
AZIONE 10 – Protezione, conservazione e valorizzazione soft del patrimonio naturale e culturale comune
BANDO DI RIFERIMENTO Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020 – Bando 2017
CODICE DEL PROGETTO ITAT2034

SOSTEGNO FINANZIARIO DELL’UE FESR 849.010,50 €
SOSTEGNO FINANZIARIO NAZIONALE 73.139,59 €
BUDGET COMPLESSIVO DEL PROGETTO 1.007.089,10 €

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
Attraverso l’uso delle nuove tecnologie (dispositivi mobili, realtà aumentata e virtuale, beacons) GATE afferma il concetto del turismo inclusivo in territori patrimonio dell’umanità, alpini e prealpini. Per turismo inclusivo si intende la possibilità, per chiunque, di vivere un’esperienza interessante e arricchente, indipendentemente da ostacoli ambientali, fisici, linguistici. GATE consorzia governi locali e regionali, soggetti privati, enti di ricerca per fare del turismo inclusivo uno dei punti di forza del territorio alpino, far crescere l’offerta turistica del territorio, valorizzare e tutelare la bio e la geo diversità grazie all’approccio esperienziale alle conoscenze. La cooperazione transfrontaliera è un elemento essenziale di GATE, necessaria non solo allo scambio di conoscenze, ma anche alla nascita di linee guida, linguaggi e standard uniformi per l’accoglienza inclusiva. I progetti pilota valorizzano siti tra loro diversi, a dimostrazione della flessibilità con cui possono essere applicati gli strumenti del turismo accessibile. GATE, attraverso un approccio dimostrativo, partecipativo e formativo, promuove tra gli enti pubblici e gli operatori del settore il turismo inclusivo come strumento per rafforzare il posizionamento dei territori dell’area di programma nella promozione turistica.

 

RISULTATI ATTESI:

GATE vuol essere un’iniziativa faro verso un Europa sostenibile ed inclusiva, dove il turismo è un’esperienza che arricchisce tutti e tutela i territori e il loro Patrimonio.

 

Finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020

Finanziamento pubblico: euro 922.150,09 €

 
 

 

Newsletter

Categorie